Giappone, la Boj riduce gli acquisti di titoli

Giappone, la Boj riduce gli acquisti di titoli

Come atteso da molti analisti, la Bank of Japan ha scelto di ridurre di 10 miliardi di yen gli acquisti di JGB con scadenza oltre i 25 anni. Gli acquisti nell’ultima operazione monitorata, risalente allo scorso 17 novembre, sono stati pari a a 200 miliardi di yen per i titoli con scadenza fra 10 e 25 anni, come nelle operazioni precedenti, mentre per le scadenze maggiori di 25 anni gli acquisti sono stati pari a 90 miliardi di yen, contro i 100 miliardi di yen che erano invece stati riscontrati nel corso del passato.

Al momento, sottolineano gli analisti, non vi sarebbero state delle dirette ed esplicite comunicazioni ufficiali da parte della banca centrale giapponese sull’assunzione della modifica degli acquisti. Ne deriva che, almeno per il momento, non possiamo che riferirci alle valutazioni degli analisti, che ritengono che la BoJ stia cercando di evitare un eccessivo appiattimento della curva, dopo la recente correzione dei rendimenti sul tratto ultra-lungo, legato anche all’aspettativa che il governo riduca le emissioni su tali scadenze nel 2018.

Un dossier ISP sottolinea in tal proposito che fra la parte centrale di ottobre e metà novembre i rendimenti sui JGB a 30 anni erano calati di circa 10 punti base fino a livelli poco sotto 0,8 per cento. Dopo la modifica degli acquisti della BoJ, i rendimenti sono saliti di 3 punti base. Vedremo a questo punto come si comporterà nelle prossime settimane l’istituto monetario giapponese, in vista della prossima riunione del proprio comitato di politica monetaria.

Share
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
    Contenuto bloccato