Mps ottiene il via libera dalla Commissione Europea

Mps ottiene il via libera dalla Commissione Europea

mondo denaroLa Commissione Europea ha affermato, con una nota diramata a mezzo stampa, il proprio consenso al piano approvato da Monte dei Paschi di Siena, e che dovrebbe ultimare il percorso di risanamento della propria difficile situazione finanziaria. Un piano che prevede un aumento di capitale da 5 miliardi di euro, la vendita di oltre 9 miliardi di euro di sofferenze nette e la speranza – o la convinzione, secondo il presidente del Consiglio Matteo Renzi – che non ci sia più bisogno di un maxi intervento risanatorio.

Nella nota, in particolare, la Commissione Europea afferma di aver preso nota del piano annunciato da Monte dei Paschi di Siena di lanciare una raccolta di capitali privati. Il processo – si legge ancora – sarà guidato dalle autorità di supervisione e dalle banche interessate, e sarebbe pienamente in regola con le regole UE. Qualsiasi necessità di capitale aggiuntivo – si legge ancora nella nota – dovrebbe in primo luogo essere raccolta dal mercato o da fondi private.

Intanto, nella giornata di sabato, la Banca centrale europea ha dato il via libera al piano, sebbene contemporaneamente l’istituto di credito senese abbia fallito gli stress test, risultando l’unica delle cinque banche italiane a non aver superato la prova e, ulteriormente, la peggiore banca delle 51 esaminate in ambito europeo.

Soddisfatto di tale evoluzione il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, che ricorda come la credibilità delle banche sia ancora una volta rafforzata, ma occorre comunque che le istituzioni europee e italiane lavorino insieme per poter realizzare un’uniformità fiscale per la corretta concorrenza per il mercato bancario.

Share
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
    Contenuto bloccato