Central Park, che cosa è e quando è nato

Central Park, che cosa è e quando è nato

Central Park, il più grande e importante parco pubblico di Manhattan. Occupa un’area di 840 acri (340 ettari) e si estende tra la 59a e la 110a strada e tra la Quinta e l’Ottava strada. È stato uno dei primi parchi americani ad essere sviluppato utilizzando tecniche di architettura del paesaggio.

Negli anni 1840 la crescente urbanizzazione di Manhattan spinse l’editore e poeta William Cullen Bryant e l’architetto paesaggista Andrew Jackson Downing a richiedere un nuovo, grande parco da costruire sull’isola. Il loro punto di vista ottenne un ampio sostegno e nel 1856 la maggior parte della terra del parco fu acquistata a circa 5,000,000 dollari, stanziati dalla legislatura statale.

La bonifica del sito, iniziata nel 1857, comportò la rimozione di un impianto di bollitura di ossa, molti tuguri sparsi e fattorie, bestiame e numerosi canali di scolo e fognature a cielo aperto. Fu dunque avviato il piano ideato dagli architetti Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux, che prevedeva la preservazione e la valorizzazione delle caratteristiche naturali del terreno per fornire un parco per gli abitanti delle città.

Il Central Park ha aperto ufficialmente i battenti nel 1876 ed è ancora oggi considerato come uno dei più grandi successi di paesaggio artificiale. Il terreno e la vegetazione del parco sono molto vari e vanno da erbose pianeggianti, pendii dolci e valli ombrose a gole ripide e rocciose. Il parco offre panorami interessanti e passeggiate in quasi ogni punto.

Ad essere situato nel parco è il Metropolitan Museum of Art, di fronte alla Fifth Avenue. Ci sono anche uno zoo, una pista di pattinaggio sul ghiaccio, tre piccoli laghi, un teatro all’aperto, molti campi da gioco sportivi e campi da gioco per bambini, diverse fontane e centinaia di piccoli monumenti sparsi per l’area. Ci sono anche una stazione di polizia, diversi fortini risalenti agli inizi del XIX secolo e un obelisco egizio antico.

Share
  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"