Google chiude periodo con utili sotto le attese

Google chiude periodo con utili sotto le attese

Il Gruppo Alphabet, di cui fa parte Google, ha riportato una perdita di 3,02 miliardi di dollari, risentendo così di 9,9 miliardi di dollari di oneri legati alla riforma fiscale. Al netto di tale componente, gli utili si sarebbero invece attestati a 6,84 miliardi di dollari, in aumento del 28 per cento, con utile per azione a 9,7 dollari, inferiore alle stime degli analisti che indicavano 9,96 dollari.

A penalizzare gli utili sono stati soprattutto i costi di traffic acquisition, in aumento del 33 per cento a 6,45 miliardi di dollari, ovvero di quei pagamenti che vengono effettuati nei confronti dei propri partner affinché questi inseriscano i servizi dell’azienda nei loro prodotti. In aumento del 38 per cento su base annua anche la spesa per il marketing, ora pari a 4,31 miliardi di dollari.

Di contro, i ricavi sono saliti a 32,32 miliardi di dollari, in aumento del 24 per cento anno su anno, sostenuti dalla raccolta pubblicitaria digitale pari a 27,27 miliardi di dollari. Complessivamente, nell’intero esercizio le vendite hanno superato i 100 miliardi di dollari.

Alphabet sostiene che ad oggi il 92 per cento che vengono effettuate su Internet avviene tramite Google e che nell’ambito dei siti di video YouTube si conferma leader. Nel trimestre, i click pubblicitari sono aumentati del 43 per cento, sebbene i ricavi da click pubblicitari siano diminuiti per il minor valore delle inserzioni “mobili”. Il Gruppo Alphabet ha infine di chiarato di puntare molto sulla diversificazione nelle divisioni cloud e hardware tecnologico, oltre al proprio “media store” e alle app di Google Play, che fanno parte della categoria altre entrate, in aumento del 38 per cento a 4,69 miliardi di dollari.

Share
  • Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"