Piccoli Prestiti tra privati: ecco i prodotti “Prestiamoci”

Piccoli Prestiti tra privati: ecco i prodotti “Prestiamoci”

soldi manoAnche se lo scenario finanziario attuale è molto favorevole a chi intende richiedere dei piccoli prestiti, per via di un costo del denaro che ha raggiunto il suo minimo storico in Europa, le spese legate all’erogazione di un finanziamento proposto dalle banche possono essere a volte elevate. Alla percentuale del TAN fisso o variabile, che come detto si mantiene al momento piuttosto bassa, gli istituti di credito aggiungono infatti lo spread (ossia una percentuale aggiuntiva che definisce il guadagno da parte dell’ente erogatore) oltre ad alcuni costi addizionali, che vengono indicati con il TAEG, l’indice che esprime la spesa complessiva del piccolo prestito.

È tuttavia importante precisare che banche e società di finanziamento non sono le sole autorizzate a concedere piccoli prestiti, in quanto nel panorama dei finanziamenti ha ora fatto il suo ingresso una nuova soluzione, chiamata con diversi nomi: prestiti tra privati, social lending, peer-to-peer lending. Prestiamoci è una società che fa parte proprio di questa categoria. Vediamone insieme le caratteristiche ed i potenziali vantaggi.

Lo scopo principale di Prestiamoci è quello di facilitare il passaggio di capitali tra utenti privati, offrendo i servizi della sua piattaforma online, senza imporre eccessive condizioni o trattenute sugli importi. Limitando le operazioni di intermediazione ed i costi applicati, si riducono così anche le spese complessive dei prestiti, consentendo quindi agli investitori di beneficiare di interessanti prospettive di rendita, ed ai richiedenti di accedere a tassi vantaggiosi sulle somme ottenute.

Prestiamoci è gestito dalla società Agata S.p.A. e le sue transazioni sono autorizzate dalla Banca d’Italia, mentre Banca Sella fornisce la base operativa. Le somme messe a disposizione dai contraenti partono da un minimo di 1500 euro per arrivare ad un massimo di 25 mila euro, da restituire entro un orizzonte temporale minimo di un anno, che può essere esteso fino a 72 mesi. Richiedendo un prestito personale veloce di 10 mila euro, da ripagare in 4 anni, si dovranno versare rate mensili dall’importo di 241 euro, in virtù di un tasso d’interesse annuo del 3,90% e di un TAEG del 5,46%, se si è in possesso di un profilo creditizio affidabile.

In conclusione possiamo dire che i piccoli prestiti personali tra privati sono una soluzione davvero molto interessante per avere liquidità nel giro di 48 ore a condizioni molto vantaggiose, specialmente se prendiamo a riferimento i tassi di interesse applicati da alcune finanziarie. Maggiori informazioni sulle condizioni di Prestiamoci possono essere visualizzate nel suo sito internet ufficiale.

Share
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
  • Contenuto bloccato  
    Contenuto bloccato